23167756_1874341086211699_1015211992553068772_n
La natura, come sempre, ti ringrazierà.

C’era una volta, un mondo che andava più piano…Avevamo ancora il tempo di creare da pochi e semplici ingredienti, un prodotto insostituibile…il saponeUna magia, che con la fretta dei tempi moderni è andata lentamente perduta.
Le nostre nonne, se lo ricorderanno certamente il sapone fatto con la cenere, quello rustico, grezzo. Noi invece ci ritroviamo oggi un’ infinità di prodotti di qualsiasi marchio, colore e dimensione. Dai profumi più disparati e anche dai prezzi più disparati. Alcuni promettono persino dei miracoli.
Io non credo nei miracoli, ma nelle cose che vedo e nel mio sapone, lo vedo molto bene cosa c’è dentro. Acqua, grassi e soda caustica che nelle giuste dosi e nei giusti tempi, si trasformano in un corpo solido, e dal potere sgrassante! 

Oggi, siamo schiavi della fretta e delle abitudini. Quanti mestieri stanno cadendo in disuso, quante mode, oggetti di uso quotidiano,quante parole… E’ tutto usa e getta, ci lamentiamo per il sacchettino dell’ortofrutta ma poi inquiniamo senza ritegno, per poi lamentarci sui social di quanto è sporca, e sudicia la nostra città.
E il nostro sapone? Una volta finito, via il contenitore vuoto nella spazzatura. Ci sono scaffali pieni di flaconi nuovi e miracolosi e pubblicità martellanti che ti sciorinano le qualità di questo e di quell’altro prodotto. Abbiamo l’imbarazzo della scelta. Ma davvero non esistono alternative? Magari con un ridotto impatto ambientale e anche più economiche? Certo che esistono, che domande fate! E’ che nessuno le ha mai cercate. Ovviamente non dico che dobbiamo tornare a lavare i panni al fiume, come facevano cento anni fa, ma semplicemente di guardare oltre al nostro naso!

C'era una volta...

C’era una volta…

 

Piccoli alchimisti crescono…il primo sapone non si scorda mai

Quando ho messo piede per la prima volta in un negozio Lush, ho scoperto un nuovo mondo fatto di prodotti molto naturali, con ingredienti biologici provenienti da tutto il mondo. Così naturali, che alcuni puoi perfino mangiarli. Unico neo, il prezzo leggermente troppo elevato per me che avrei voluto comprarli tutti. E quando dico tutti, intendo proprio tutti.
Il sapone solido non lo avevo praticamente mai visto così bello, profumato, pieno di colori. Insomma, non quelle saponette monotone che ci rifilano negli alberghi. Ho iniziato ad utilizzarlo felice di poter rinunciare alla plastica scoprendo che era un prodotto anche ottimo sulla pelle. 

Dopo un po’ di tempo la mia curiosità su come era possibile fare saponi come quelli aumentava, e ho iniziato a farmi un po’ di cultura fino a fare il mio primo tentativo…e che emozione, me lo ricordo ancora mi sentivo esaltatissima! Io che a scuola odiavo la chimica, grazie alla chimica ero riuscita ad avere un prodotto unico al mondo: fatto da me! Più facile a farsi che a raccontartelo! Per questo posso assicurarti che per una preparazione casalinga di sapone, non è necessario essere scienziati o avere vinto le olimpiadi di matematica a tredici anni. Se una cosa viene fatta con piacere, è molto probabile che si impari con più facilità! Ti assicuro che con un po’ di studio e molti esperimenti riuscirai ad ottenere un prodotto ottimo per la vostra pelle. E risparmierai pure. Ne avevo parlato già qui, ti ricordi!?

Il mio primo sapone!

Il mio primo sapone!

Tornare indietro per andare avanti: questo è il bello di vivere in maniera sostenibile

Tutto questo bombardamento, tutte queste etichette che ci passano davanti agli occhi ci hanno fatto perdere di vista una cosa molto importante: la semplicità delle piccole cose. Abbiamo disimparato a trovare il tempo per fare cose semplici; di godere di una cosa che noi abbiamo prodotto per noi stessi. Che sia un sapone, un sugo o un caffè! Oggi pensiamo di non avere più tempo nemmeno per farci un semplice caffè: qualcuno ha avuto la brutta idea di inventare queste cialde e oggi l’essere umano sembra non poterne fare a meno. Orrore  puro!
La fretta è la nemica numero uno dell’uomo moderno. E di certo ci mancherebbe proprio il tempo materiale per auto produrci proprio tutto, questo lo so bene.

Però il sapone è un qualcosa che ti impiegherà solo poche ore per farlo, alcune settimane di stagionatura, e alla fine avrai realizzato un prodotto che durerà per molti mesi! Addirittura anni!
Se ti beccherai la saponite acuta, la malattia del saponaio per eccellenza, ti ritroverai con così tanto sapone in casa che potrai regalarlo (si, è vietato anche regalarlo, ma non credo che qualcuno vi arresterà se lo fate.) Non preoccuparti, prima o poi ti passerà.

Saponi per tutti i gusti!

Saponi per tutti i gusti!

E tu…cosa stai aspettando?

Questo corso nasce dalla volontà di diffondere la mia conoscenza, accumulata in anni ed anni di prove, successi ed errori. (Ho perso il conto, ma credo che siano circa dieci anni.) Nasce con l’intento di darti alcune nozioni di base e alcune dimostrazioni pratiche per immergerti in questa vera e propria arte con sicurezza e con il giusto rispetto. 
Ti consiglio quindi, se sei interessato a saperne di più, di seguire tutte le lezioni in modo da capire tutti i meccanismi ed i processi necessari per essere in grado di creare da solo i tuoi saponi. 
Puoi leggere qui tutte le informazioni che ti servono per saperne di più. 

Se non vivi in Toscana, e sei impossibilitato a frequentare questo workshop, non disperarti: esiste un gruppo su Facebook che conta ad oggi oltre tredicimila membri provenienti da tutta Italia. Il mio sapone questa è la bellissima community dove ogni giorno vengono scambiate ricette, consigli e curiosità.
Sicuramente ce ne saranno molti altri, ma questo è quello che preferisco per la serietà, e la grande professionalità di tutti i membri. Ciò che posso consigliarti è di iniziare dalla base, di studiare bene prima di cimentarti in questa affascinante arte.
Se invece sei di queste parti, questo potrebbe essere un ottimo inizio, sicuramente un grande aiuto che io non ho avuto la fortuna di avere! 

 

workshop sul sapone

Workshop sul sapone:affrettati, solo 10 posti disponibili!

Alessandra

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2018 giulia fulceri

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.