Screen Shot 2017-12-19 at 5.15.23 PM

In occasione del SOLSTIZIO, un piccolo anticipo della Lezione/ Meditazione di gruppo aperta a tutti per ELEVARSI E GUARIRE.

Meditare durante il solstizio

La vita stessa, con sfide e scossoni, non ci consente di dormire a lungo e rimanere statici nella nostra zona di comfort. Volenti o meno, tutti noi ci muoviamo per migliorarci.

Le qualità che vogliono affiorare sono, ovviamente, quelle UMANE.  È nel 4° Chakra, centro del cuore, che l’uomo ha il suo livello di massima espansione.
Il SEVA (servizio disinteressato), avviene quando il bene della  comunità diventa una normale esigenza, avendo sviluppato l’umiltà, la lealtà e l’uguaglianza.
Siamo Umani quando l’ IO diventa un NOI, e poi un TU.

MEDITARE NEL SOLSTIZIO.

In questo giorno, data l’angolazione dei pianeti, la meditazione è molto più efficace: la potenza della pratica è uguale al quadrato del numero dei partecipanti.
Attraverso la meditazione, in questo giorno di rinascita, possiamo elevarci e compiere un gradino nella nostra crescita interiore.
NON lo facciamo solo per noi, ma per tutto il pianeta!
È possibile creare un canale che aiuta le anime ad elevarsi agli Eteri sottili, (dove si ricevono  insegnamenti che accelerano il nostro percorso) attraversando il campo elettromagnetico della terra che di solito è “chiuso”.

Molte anime infatti non riescono in vita a raggiungere quella consapevolezza spirituale che dà loro la forza di elevarsi (siamo nel Kali Yuga dove la Realtà è oscurata di 3/4, o, come dice il mio insegnante, il Carro della Consapevolezza ha 3 ruote  in Maya) e per questo l’aura della terra è in disequilibrio.
Invitate i vostri amici e parenti, più siamo meglio è!

LA LEGGE DELL’AMORE
-Yogi Bhajan-

“L’amore ci serve per vivere.
L’amore è per sempre.
L’amore non serve per iniziare un’ utilizzazione sessuale e poi fermarsi perché la vostra chimica non funziona più; la parola di un innamorato e più pura della Parola di Dio, è allacciata! Se per errore avete detto a qualcuno “ti amo”, dovete tenere fede a questo.  Questo è Yoga. Fallite quando la vostra energia non è costante. L’influenza degli opposti non influenza uno Yogi, buono e cattivo, bianco e nero.
Seguite la legge dell’amore: toccate ed elevate! Provatelo. Quando siete tristi e negativi e incontrate qualcuno che è molto triste, negativo e depresso, diventate un ELEVATORE. Sarete anche voi elevati. Qualificatevi come esseri umani, cambiate marcia per essere in grado di cambiare il vostro umore e la vostra proiezione, nel volgere di un secondo.”

MEDITAZIONE “LE ONDE DEL GANGE”.

È una meditazione di gruppo. Ci si può disporre in file orizzontali, oppure a cerchio.
Siedi dritto in una posizione a gambe incrociate.
Gli occhi sono chiusi.

1 step

Porta le mani davanti al torace a circa 25 cm di distanza una dall’altra, Palmi verso l’alto e gomiti vicino al corpo.
Alza e abbassa le mani con un’ ampiezza di circa 25 cm, in un movimento di elevazione.

“Eleva Te stesso! I tuoi pensieri e le tue sensazioni cambieranno.”

Continua per 3 minuti.

Prima fase

2 step

Dai le mani  alle persone a te vicine su entrambi i lati.
Fai il “Respiro di Fuoco” (respiro potente diaframmatico che si esegue portando in dentro il punto dell’ombelico ad ogni espiro) al ritmo di 2 respiri al secondo, oppure canta un mantra.

Intrecciate le braccia con il vostro vicino..

 
La versione originale di questa pratica è il Maha Mrityunjai Mantra di Alka Yognic; se non è reperibile, possiamo usarne un altro, per avere un ritmo di movimento.

Alza e abbassa le mani di circa 35 cm, a ritmo col mantra, creando delle onde come le onde del gange.

“Crea un ritmo e inserisciti in esso. Abbandona il tuo ego e usa la consapevolezza del cuore. Lascia che i cieli ti guariscano.”

Aiutatevi l’un l’altro. Vivete con ritmo e col respiro l’uno dell’altro.
Bruciate blocchi !
Continuate per 22 minuti.

Per finire:
Inspirate profondamente, trattenete e stirate le braccia verso l’alto, alzandovi l’un l’altro. Espirate.
Ripetete altre due volte.

3 step 

Aggancia insieme le tue mani con i pollici intrecciati uno sull’altro.
Canta ad alta voce e chiaramente dall’ombelico il mantra RA MA DA SA- SA SE SO HANG
mentre fai oscillare potentemente le mani da un lato all’altro con ogni sillaba, muovendo l’intera parte superiore del corpo e flettendo la colonna.

Fai oscillare da un lato all’altro vigorosamente.

La testa rimane immobile.

Muoviti sempre più vigorosamente .
Usa l’energia che hai creato.
Continua per 3 minuti.

4 step

Intreccia le mani e stira le braccia verso l’alto sopra la testa.

Respira Lungo e Profondo.
Liberati di tutte le malattie.
Lascia che i polmoni purifichino il sangue.
Pulisci il tuo corpo col potere del respiro di vita.

Continua per 3 minuti.

Per finire:
Inspira profondamente, trattieni e muovi tutto il corpo come un serpente. Espira.
Ripeti altre due volte. Rilassa.

Braccia intrecciate sopra la testa.

“Per avere successo, incontra il tuo potere dentro di te! il Kundalini Yoga è una scienza del Sé. Nutre il sangue con le secrezioni del sistema ghiandolare, per darvi la migliore chimica del sangue che possiate avere. Non è per costruire i muscoli e per rendervi dei lottatori. Siete già dei lottatori, lottate con la vita intera e dovete vincere. Per vincere sorridete, splendete, stringete mani  e chiedete come stai.
Se abbracciate qualcuno, le sue costole devono certificare che sono stati abbracciati!
Camminate a testa alta tutto il tempo e sorridete.
È la strada più potente verso la prosperità.”
Yogi Bhajan

MEDITAZIONE INDIVIDUALE per ELEVARSI e GUARIRE.

Se non potete partecipare ad una meditazione di gruppo, fate questa pratica.

Capitano periodi di stasi nella vita in cui non riusciamo a trovare la forza di reagire.
Non riusciamo ad essere costanti e disciplinati come vorremmo.
Ci sentiamo carenti di forza di volontà e la nostra autostima si abbassa, insieme all’umore.
Ci abbandoniamo ad intrighi mentali e sensi di colpa che si nutrono della nostra energia e vitalità.

Per uscirne, l’ideale è una meditazione che risulti poco impegnativa, ma che abbia un grande effetto.
Dovete solo sedervi, calmi e tranquilli, e tenere una posizione ascoltando un mantra.

La posizione sembra faticosa, ma solo all’inizio; in realtà dà una certa energia e aiuta a meditare senza annoiarsi e sonnecchiare!

Prima regola dello Yoga: ricordati di sorridere dentro e fuori.

MEDITAZIONE PER ECCELLERE E COSTRUIRE LA VOSTRA FORZA DI GUARIGIONE.

Quando volete eccellere, nonostante tutte le vostre carenze, fate questo KRIYA.

Posizione facile, schiena dritta.
Intrecciate le dita e portate le mani sopra la testa, le braccia sono come un arco, come una aureola.
Tenete il vostro arco né troppo alto né troppo basso da toccare la testa. Concentratevi sull’ombelico e meditate ascoltando il MUL MANTRA.
Continua per 11-31 minuti.

Questa meditazione usa il flusso di energia fisica per attivare la forza guaritrice del corpo.

“Non saprai mai chi sei, se non ti sei disciplinato per sapere chi sei.”
Yogi Bhajan

Vi aspettiamo!

Vieni a provare la MEDITAZIONE di Kundalini Yoga PER IL SOLSTIZIO D’INVERNO.
GIOVEDÌ 21 DICEMBRE
ore 18/19.30 ed ore 20/21.30
CENTRO SHAKTI via Cellini 48. Piombino.
Info: 339-1122088.
Contributo libero facoltativo.

(Blogger)

Background Economico, passione per il Marketing e Comunicazione d'impresa, sognatrice da sempre. Ho deciso di fondare l'associazione Triblog per realizzare progetti multidisciplinari e condividere passioni, creatività, idee...

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.