Tommy su Waterline @Buca delle Fate

La “Slackline Toscana ASD” ..

…nasce dopo il 1° Baratti Slacklife Meeting svoltosi a Piombino nel Giugno 2015.

La voglia di promuovere e far conoscere a tutta Italia la bellezza del Parco Naturale di Baratti si unì alla grande passione per la Slackline che Federico e Duccio (i primi soci fondatori della A.S.D) avevano in comune.

Prima dello Slacklife Meeting del 2015, al quale parteciparono appassionati di sport Outdoor e gli Slacklines di tutta Italia, i ragazzi avevano già intuito il potenziale della location e il successo del Meeting fu la molla che fece scattare l’intero meccanismo.

Durante l’evento tutti gli Slackliners toscani ebbero modo di incontrarsi mentre la passione per questa disciplina fece da collante per gli altri soci e il risultato fu l’idea di creare la futura A.S.D.

Non un semplice sport

Slackline Toscana A.S.D. è una associazione sportiva che ha come scopo la divulgazione e l’insegnamento dello Slacklining : cioè il camminare una fettuccia in Nylon o Poliestere larga 5 cm per i principianti o 2,5 cm per i più esperti.

Questa viene tesa tra due punti (di solito alberi o rocce ) ad un’altezza variabile tra i 50,100 cm dal suolo (all’inizio della pratica) fino addirittura ad alcune centinaia di metri  (nei casi più estremi) .

A seconda delle situazioni diverse si parlerà di :

Slackline/Longline = linea tesa tra due alberi di solito al parco lunga da 10,15 metri fino a 100,200 metri o anche più.

Waterline = quando la linea è tesa sopra ad un fiume, un lago o anche al mare e cadendo ci si tuffa in acqua.

Highline  = quando si sceglie una location in montagna camminando tra due vallate o tra due versanti di roccia (o falesie).

@ Highline Grouges Verdon


Quest’ultima si diversifica dalle altre situazioni perché gli atleti indossano un imbrago da arrampicata con il quale (in caso di caduta) rimangono agganciati alla fettuccia,penzolando nel vuoto fino a che non risalgono sulla linea.

Esiste inoltre un altro “ramo” della disciplina:la Trickline dove gli atleti compiono balzi, rimbalzi ed evoluzioni su una linea molto tesa usando la spinta e l’elasticità della linea stessa.

I benefici della Slackline

Se dovessi usare tre parole per descrivere la Slackline userei Concentrazione, Libertà, Spirito di aggregazione.

Concentrazione perché ogni singolo gesto  (dal salire in piedi,camminare e anche mettersi a sedere o scendere) necessita di una tranquillità mentale ed una rilassatezza totale indispensabili per trovare il “feeling “ tra il proprio corpo e la linea. In questo modo la mente si svuota da ogni pensiero e tutta la nostra attenzione si rivolge al proprio equilibrio.

Ne consegue che la Slackline è un ottimo allenamento (anche mentale) per rilassarsi, acquisire una maggiore consapevolezza ed un controllo totale del proprio corpo. Libertà: oltre a liberare la mente dallo stress, la Slackline viene praticata in luoghi all’aperto (parchi,grandi prati o montagne) di solito silenziosi o un po’ sperduti.

Grazie a questa disciplina si possono visitare luoghi stupendi come golfi o calette nascoste al mare o anche montagne relativamente isolate in cui la natura fa da padrona. Posti in cui si può apprezzare al massimo la bellezza e il fascino del mondo che ci circonda, lontano dalla confusione e dal caos cittadino.

Grande spirito di aggregazione : sembrerà strano che uno sport individuale come la Slackline possa averne.

Anche perché di solito su una fettuccia cammina una persona alla volta, ma la Slackline è una disciplina che rafforza i sentimenti e l’amicizia tra chi la pratica.

Durante ogni uscita al parco c’è un incitamento vicendevole tra tutti i partecipanti, l’empatia tra chi cammina e chi guarda è fortissima e nessuno vorrebbe vedere un atleta cadere.

Ciò spinge chi è  a terra ad incitare i propri compagni dando forza a chi sta camminando spronandolo a dare il massimo durante l’impresa.

Happy People @Baratti

I meeting

I vari workshop o meeting organizzati durante l’anno danno modo agli atleti di confrontarsi, ma soprattutto di mostrare i propri miglioramenti aiutando chi ha ancora delle difficoltà grazie alla propria esperienza.

Non esiste competizione (certo ci sono i record da battere ma non esiste antagonismo) ogni atleta è in gara solo con sé stesso volendo migliorare solo la propria performance e di conseguenza aumentare la forza del gruppo.

Ed è proprio la purezza di questi valori che ha fatto crescere in me la passione per questa disciplina, facendomi passare da un semplice atleta (quasi sempre solitario) fino a trasformarmi in un tassello di un puzzle di una community che si sta spandendo in tutta Italia e oltre.

 La mia esperienza

Per quanto mi riguarda io la vivo come una cosa molto personale durante la quale ho passato momenti brutti e momenti di pura estasi, soprattutto per quello che riguarda l’Highline.

Mi è difficile descrivere a parole le emozioni che ho provato la prima volta che sono salito su una Highline in alta montagna, tentando di trovare l’equilibrio seduto su una fettuccia larga un pollice, tra le gole delle montagne di Frasassi sospeso a circa 70 metri dal suolo.

In quei momenti la paura regnava nella mia testa e le uniche cose che mi venivano in mente erano “ma reggerà questa linea?…Madonna quanto sono alto da terra!….reggerà l’imbrago?…e se mi sfracellassi al suolo?”..

Fatto sta che quella volta riuscii a malapena ad alzarmi, rimettendomi subito a sedere per poi tornare con i piedi per terra (in salvo) nel giro di pochi minuti ( per me interminabili).

Pensavo che non sarei mai stato capace di farlo ma mi sbagliavo…

Durante le uscite dei mesi seguenti imparai ad accettare la paura, stivarla in un angolo remoto della mia testa ed iniziai a credere sempre più in me stesso ,ma ancora non era abbastanza. Mi mancava qualcuno che dall’esterno mi aiutasse a tenere alta la concentrazione,cosa che avvenne solo molti mesi dopo. Infatti tornai con il mio gruppo di amici a Spiazzi (sempre in Highline) e dopo qualche tentativo andato male finalmente riuscii ad alzarmi e fare qualche passo nervosamente,ma ad un tratto la calma mi pervase.

La voce del mio grande amico Federico rischiariva i miei pensieri prima da lontano, poi sempre più chiara e vicina incitandomi – Dai vez, respira…fai un passo…Allez Sascia….Allez!…-

Un passo dopo l’altro mi ritrovai alla fine della linea e fui inondato da una gioia immensa, tanto che prima di sedermi esclamai -Fede l’ho chiusa…che bello!!…mi viene da piangere!!…-  e lui disse – Vez io sto piangendo! – .

Quello fu il momento più bello della mia vita!

Sascia Highline @Spiazzi

Non dico che chiunque inizi a camminare una Slackline finirà per camminarne una in alta montagna,ma la gioia e la libertà che si provano nel proprio piccolo sono emozioni bellissime che chiunque “dovrebbe” provare.

Anche su una linea lunga 15 metri al parco, liberando la mente dai pensieri negativi e giungendo ai propri traguardi personali…godendone.

Qualche informazione utile

Io consiglio la pratica della Slackline a chiunque voglia trovare un po’ di serenità interiore, ascoltando sé stessi, per ritrovare il coraggio, l’equilibrio e la forza necessaria per non farsi trascinare troppo dallo stress e per affrontare la vita…per quanto sia dura.

Io ci sto riuscendo,volete provare anche voi?

 Con l’arrivo della bella stagione e sempre più praticanti, le occasioni per poter iniziare (magari seguiti da persone esperte) aumentano.

 L’acquisto di una Slackline per principianti è una spesa abbordabile per tutti : circa 29,39 euro reperibile in molte catene di negozi (Decathlon ma anche molti altri) oppure Online nei siti specializzati.

(In Italia Spider Slacklines è  la maggior ditta che le produce e le esporta.)

Se volete partecipare a qualche meeting vi segnalo qualche appuntamento:

Milano Slackline Meeting (metà Aprile)

Torino Sul Filo Slackline Meeting (Maggio)

Baratti Slacklife Meeting (inizio Giugno)

Praticamente quasi ogni regione d’Italia ha un gruppo di Slacklines che potete contattare tramite i social network più famosi (Facebook in primis). 

Slackline Italia, sempre su Facebook,è  una community che conta circa 1900  aperta a tutti:uomini, donne, bambini e non più giovani.

Noi Toscani ci stiamo mettendo un grande impegno, coprendo interamente la regione con circa un istruttore per ogni provincia.

Contattateci e faremo belle cose insieme.

Slackline Toscana Asd.

Cell: 348 956 4595

Sasha per Triblog

Epic Federico @Buca delle Fate

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2017 giulia fulceri

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.