Saponetta artigianale
COME nasce un sapone?

Questo mondo è divertente e creativo, bastano alcuni ingredienti e piccoli accorgimenti per riuscire a creare qualcosa di unico ed irripetibile: un buon sapone artigianale! Qua sotto vi mostro passo dopo passo, il procedimento per creare un sapone da zero. A chi volesse provarci, consiglio prima di partire dalla teoria (leggere qui). Ci sono dei rischi molto seri nel maneggiare olio caldo, ma soprattutto soda caustica! Ognuno è invitato ad approfondire l’argomento attraverso la lettura di manuali, il rispetto delle procedure e la pratica. 

 

SAPONE ARTIGIANALE

 

Attrezzatura e materie prime per creare un sapone

Attrezzatura e materie prime per creare un sapone

1) Reperire gli accessori necessari egli ingredienti che vogliamo utilizzare. E’ importante avere tutto sotto mano! Vi permetterà di non perdere tempo prezioso..abbiamo bisogno di tutto quello disponibile.

Ci occorrono: 2 pentole in acciaio inox, un frullatore ad immersione, olii e burri, stampo , soda caustica.

Coloranti, profumazione ed altri ingredienti non sono necessari ma possono migliorare la qualità e l’estetica del nostro sapone.

 

Per chi è alle prime armi: seguite le ricette finché non vi sentirete a vostro agio, dopodiché il mio consiglio è: esplorate, studiate, create!

 

 

2) SODA: La questione soda, merita un appunto. E’ pericolosa, soprattutto aggiunta all’acqua, in poche parole, corrode! E’ sempre bene avere sotto mano una soluzione con acqua e aceto e utilizzare i giusti accorgimenti: guanti, occhiali, mascherina. Una volta pesata la giusta quantità, la versiamo nell’acqua e mescoliamo bene con un cucchiaio in acciaio inox. Lasciamo raffreddare fino alla temperatura di 45°. Si può immergere

Soda caustica ed acqua

Soda caustica ed acqua

N.B. : Versare la SODA nell’acqua! E MAI viceversa!!!

 

 

 

 

 

 

 

Scaldiamo i grassi

Scaldiamo i grassi

 

2): OLII & BURRI: Dopo aver pesato i grassi, li scaldiamo a bagnomaria, o a fuoco lento. Dopodiché lasciarli raffreddare fino alla temperatura di 45°.

 

 

 

 

Termometro da cucina

Misurare la temperatura

3) Nel mentre aspettiamo che le temperature dei composti si stabilizzano, è importante preparare la fragranza,ì e/o i colori se vogliamo utilizzarli e lo stampo.

  •  I colori possono essere naturali, minerali o sintetici. Per profumare il sapone vanno bene oli essenziali o fragranze sintetiche. Gli stampi non devono essere di metallo. Vanno bene quelli di silicone, o di legno. Questi ultimi vanno foderati con carta da forno o apposita gomma.

 

4) Nel mio sapone ho intenzione di utilizzare dei trucioli ricavati da un sapone già fatto in precedenza da inserire in quello nuovo per creare degli inserti, visibili al momento del taglio.

Per colorarlo utilizzo una mica azzurra, diossido di titanio e pigmento blu.

Profumato con una fragranza al miele (in mancanza di altro…. )

 

 

5) Versa la soluzione caustica negli oli. Non viceversa, mi raccomando!!!!

 

 

 

 

Fase del nastro

Fase del nastro

6) Frullare finché non si raggiunge una consistenza simile alla maionese, la FASE DEL NASTRO. In questo momento aggiungiamo il resto degli ingredienti.

 

 

 

 

Creare il sapone

Creare il sapone

7) Nel mio caso, ho suddiviso l sapone in tre contenitori (vanno benissimo dei dosatori per liquidi in plastica o vetro) e li ho colorati e versati nello stampo (Swirl). In questa fase ognuno è libero di creare e sperimentare secondo ciò che più gli piace o che vuole ottenere.. Lo stampo è come una tela bianca!

 

 

 

ora, largo alla vostra creatività!
 

8) Tecnica di decorazione, detta SWIRL.

 

 

 

 

 

 

Sapone artigianale

Sapone artigianale

9)Ecco a voi, un ottimo sapone artigianale. Dopo 24 ore si può togliere dallo stampo e tagliare a “fette”. Con poco tempo e molto divertimento avrete ottenuto un prodotto da poter utilizzare per voi stessi, e regalare a parenti ed amici!