Screen Shot 2018-01-14 at 7.00.07 PM

2018: SEMI DI NUOVE POSSIBILITÀ !

Secondo la Numerologia ,una branca dello Yoga Kundalini, l’anno passato 2017  aveva le qualità del 10 , che è il numero che si ottiene sommando le sue cifre (2+1+7) .
Il 10 ha come virtù il CORAGGIO, ma vuol anche dire (da 1 e 0) “Tutto o Niente”!
Probabilmente abbiamo passato un anno caratterizzato da situazioni estreme almeno in qualche campo: stati d’animo con picchi di euforia e depressione, abbondanza inaspettata o notevole scarsità di denaro, relazioni, lavoro; salute di ferro o acutizzazione di una malattia latente.
Oppure abbiamo avuto il coraggio di darci delle svolte estreme, come andare a lavorare all’estero, intraprendere attività, troncare o vivere relazioni non convenzionali che ci hanno dato forti emozioni.
La spinta da cui siamo stati mossi, però, è di natura “elevata”: la motivazione di trovare, manifestare, noi stessi.
Infatti il 10 serve l’Infinito, la parte di noi che lavora per manifestare la nostra coscienza più alta.

2018

L’energia di quest’anno è quella elevante dell’ 11: l’appagamento, consolidamento, sicurezza interna, chiusura di cicli, nuove opportunità.
11 significa “viaggiare insieme a Dio come su 2 binari paralleli”.
Vuol dire realizzare dentro di noi un nucleo stabile (ad esempio, Fede e Amore per sé stessi) che ci accompagna sempre e ci fa sentire collegati al nostro Sé superiore.

2018: anno di cambiamento.

11 è scritto con 2 numeri uguali (1e1) ed è formato da 10 e 1: Intimità, somiglianza, comunanza tra Macro-Unità e Micro-Unità .
È il rapporto tra Spirito Universale (10) e l’Anima Individuale (1).
Combina CORAGGIO REGALE (10) e UMILTÀ (1).

11 vuol dire “SIAMO UNO”:
l’eterno ed infinito legame che pratichiamo con lo Yoga, tra la nostra identità finita, fisica e limitata e la nostra essenza pura, infinita e immortale !

L’1 è anche l’indicazione di nuovi inizi, mentre il 10 (la completezza di un ciclo) è la chiusura completa di ciò che è stato.
Quindi nel 2018 emergeranno semi di nuove possibilità.
È l’anno per rompere i legami indesiderati e karmici, le catene, e rinnovare il nostro legame con l’infinito, l’eterno, l’immutabile.
In altre parole l’ 11 è la conoscenza interiore e l’identità che ti da tutto ciò che sei!

L’11 è il futuro, la possibilità e le opportunità, ma  solo se  non diventa 2 (da 1+1) cioè dualità, separazione e scissione nella nostra vita.
Per questo è bene lavorare su noi stessi e meditare  per non cadere nell’eccessiva materialità.

Il 7 diviene 8 (il numero dell’energia, del nutrimento vitale), attenzione quindi a come riempiamo i nostri vuoti, a non appesantirci ed intossicarci.

Il 18 dà il  9, il numero della sottigliezza che ci “sabota” quando la ignoriamo!
È il ritorno a casa, la PACE.
La pace è un principio sottile, difficile da trattenere; bisogna realizzarla dentro di noi per poterla diffondere.
Il 9 è il numero della tolleranza o tirannia, pazienza o frustrazione, pace o estremo estremismo, direzione o dispersione.
Essendo il numero delle moltitudini, ci può portare verso la dispersione per la voglia di fare troppe cose insieme e prenderci cura di troppi dettagli , portandoci alla frustrazione e all’esaurimento; cerchiamo di andare contro questa tendenza per non trovarci svuotati di energia, ma con PAZIENZA concentriamoci su pochi progetti curandone i dettagli per raggiungere la MAESTRIA.

Gli effetti su di noi??

Per sapere quale è la nostra personale energia che ci influenzerà quest’anno insieme al numero 11, possiamo sommare le cifre della nostra data di nascita con l’anno 2018  e trovare il nostro numero.
Ad esempio la mia data è 09-12-1964, quindi diventa 09-12-2018.
Addizionando tutti i numeri (9+1+2+2+1+8=23=5), io ho il 5 , dato da 23 (2+3).
Calcolate il vostro numero.

Ogni numero ha una virtù;
il numero 9 ci invita proprio a meditare su questi principi sottili per agganciarli e realizzarli materialmente .
Vediamo quale è la virtù su cui ognuno di noi può meditare ed incarnare, in base al numero personale di quest’anno.

In modo breve, descrivo ora le qualità di ogni numero, ricordate che possono manifestarsi anche all’opposto.

1- UMILTÀ, differente dall’umiliazione ci dà dignità. Oltre l’egoismo. Essere unici, un sostegno e punto fermo per gli altri, sapersi inchinare.
2- LEALTÀ. Obbedienza. Offrirsi volontari per fare ciò per cui siamo nati.
3- UGUAGLIANZA. Essere accoglienti. Oltre l’intolleranza.
4- SERVIZIO disinteressato. L’io diventa NOI.
5- SACRIFICIO. Fare il Sacro. Equilibrio. Comunicazione. Relazione sacra, col partner o con il Guru.
6- GIUSTIZIA. Il numero della spada, del Guerriero Spirituale che combatte PER, non CONTRO.
7- PERDONO. Concordare con tutto ciò che è stato. Profonda comprensione che annulla il Karma.
8- COMPASSIONE. Purezza. Essere un canale di Energia Divina che pulisce e rinverdisce. Empatia.
9- PACE. Tutto fa parte di noi. Altruismo. Maestria.
10- CORAGGIO. Tutto o niente. Portare ogni parte di noi in ogni cosa, il volere dell’infinito è il nostro volere. Potere di ascoltare.
11- DIO E IO SIAMO UNO.

Il viaggio della consapevolezza.   

Il numero 11 è un aspetto della nostra psiche chiamato XI° corpo  o L’INCARNAZIONE .
In questo aspetto abbiamo completato il viaggio della consapevolezza dell’anima attraverso i 10 corpi spirituali precedenti. . Riusciamo a scorgere tutte le possibilità , e scegliamo Dio perché è la nostra unica opzione . Nel nostro IO abbiamo raggiunto l’equilibrio e ora cerchiamo di mantenerlo e ampliarlo nelle interazioni con gli altri , perché capiamo che tutti siamo Uno.

Per equilibrare e potenziare questo nostro aspetto, lavoriamo sul sistema ghiandolare, soprattutto sulle ghiandole superiori, Pituitaria e Pineale, che sono la nostra centralina di comando e l’aggancio con la percezione del sottile.

MEDITAZIONE PER PADRONEGGIARE IL CENTRO DI CONTROLLO DEL SISTEMA GHIANDOLARE.

È una serie formata solo da 3 esercizi di 3 minuti ciascuno, che ha un effetto immediato e prodigioso.
Provatela per credere: non sarete più gli stessi!
Vi dimenticherete del vostro stress e delle vostre nevrosi!
Potrete brillare della vostra luce!

PRIMO STEP

Sedete nella posizione facile .
Tenete il braccio destro steso in avanti con la palma della mano rivolta verso il basso, in linea con la spalla.
Sollevate il braccio sinistro all’altezza della spalla, piegate il gomito e appoggiate e le punte delle dita sulla fronte , sulla linea che va dall’attaccatura dei capelli alla base del naso, col pollice rivolto verso l’alto.


Chiudete gli occhi.
Ritmicamente e rapidamente pompate l’ombelico: muovete in dentro e in fuori praticando il “Respiro di Fuoco” (respiro rapido diaframmatico dove ad ogni espiro si tira in dentro la pancia) per 3 minuti .
Per finire:
Inspirate profondamente, e poi Espirate, evitate di respirare per 20 secondi tenendo l’aria fuori, comprimete  tutti i muscoli. Poi Inspirate, subito Espirate e ripetete ancora 2 volte.
Rilassatevi un minuto.

Questo esercizio libera il subconscio della mente . Tutto il corpo deve essere scosso dalla potenza del movimento dell’ombelico .

SECONDO STEP

Tenete entrambe le braccia e in avanti, morbide, senza bloccare i gomiti, con le palme rivolte verso l’alto, all’altezza delle spalle. Tenete le mani a coppa.
Aprire la bocca , piegate la testa al indietro , rilassate le labbra , i denti e la lingua .
Pompate con energia l’ombelico per 3 minuti .
Per finire:
Ispirate , trattenete il respiro x 20 secondi , bloccate i denti posteriori e serrate la mascella .
Espirate. Ripetete altre due volte .
Rilassatevi un minuto.

“Questo esercizio esercita una pressione sulla terza e sulla quarta vertebra . Praticandolo ogni giorno può darvi il vigore per conquistare la morte.”

TERZO STEP

Allargate le braccia ai lati del corpo, gomiti piegati. Inspirate e, trattenendo il respiro, incrociate rapidamente le mani. ln modo alternato una mano passa sotto l’altra.

Continuate finché potete tenere il respiro, poi fermatevi in posizione iniziale ed  espirate .

Alternate l’incrocio delle braccia da un lato all’altro.

Ispirate , trattenere il respiro, e ricominciate . Continuate 3 minuti .
Per finire:
Inspirate, trattenete pochi secondi.
Distendetevi a terra.
Rilassatevi e dormite . Sentite come le nevrosi vi abbandonano velocemente!

Questo esercizio stimola la ghiandola Pituitaria, responsabile dell’ intuizione e della proiezione, e ripulisce la mente sub cosciente.

MEDITAZIONE : Laya Yoga per l’estasi. 

Una meditazione molto semplice ed elevante che ci può condurre all’esperienza dell’estasi.
Il Laya Yoga è lo Yoga del Suono, che fa parte dello Yoga Kundalini.
Usiamo il semplice Mantra “Wahe Guru”.
Il Bij Mantra (mantra-seme) ha la capacità di penetrare e germogliare in noi. La corrente sonora ci può condurre verso la  fonte originaria di questo suono e portarci  in quel particolare stato di consapevolezza.

GURU vuol dire “Dal buio alla luce” .
WA è un suono di illuminazione.
HE è una fase attiva di capire, acchiappare l’illuminazione.
Il Mantra WAHE GURU può significare “Portare l’illuminazione nella caverna (GU, dentro di noi) per far Luce”.
La luce bisogna cercarla nel buio, dentro noi stessi.

Seduti  nella posizione facile con le mani in GYAN MUDRA: tenete  le braccia dritte, gomiti sono bloccati. Poggiate i dorsi delle mani sulle ginocchia. Il pollice e l’indice sono a contatto, le altre dita distese ed unite puntano in basso .
Sedetevi maestosamente, come se foste alla corte di un Re o davanti al  più grande e santo Guru. Cantate il Mantra WAHE GURU per 11 minuti .
Per finire:
Inspirate e trattenete il respiro per 30 secondi concentrandovi sulla Corona sopra la vostra testa (7° Chakra), espirate e rilassatevi.

Per ascoltare il Mantra clicca qua.

“L’estasi esiste dentro di noi . È la pozza infinita che rinfresca il cuore , dando la forza per creare un mondo ed un io migliore .
Questa meditazione conduce a quell’esperienza .
Così calmi , così tranquilli , come il fondersi della pioggia in un lago vasto e calmo , riflettete tutto , purificate tutto. Se potete attraversare tutto , potete conoscere l’estensione della vita dentro di voi , con una consapevolezza equilibrata , giocando con l’infinito.”
Yogi Bhajan

Sat Nam yogini!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.